Casa museo di Peggy Guggenheim a Venezia

La casa museo di Peggy Guggenheim a Venezia accoglie i bambini a braccia aperte per fargli vivere i capolavori delle avanguardie artistiche del secolo XX, opere dei più grandi artisti dell’epoca come Picasso, Magritte, de Chirico, Mondrian, Kandinsky, Miró, Klee, Dalí, Pollock, Calder, solo per citane alcuni. La domenica infatti è oramai consolidato il KIDS DAY, il programma didattico gratuito rivolto ai bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni, ideato per introdurre i più piccoli all’arte moderna e contemporanea con l’intento di rendere loro l’esperienza del museo più accessibile. Le attività vanno prenotate telefonicamente (tel. 041 2405444/401) e iniziano alle ore 15. I bambini vengono affidati al personale della didattica del museo per un’ora e 30, nel qual tempo i genitori possono farsi una visita in tutta pace alla collezione, o volendo anche una passeggiata per la città. L’attività didattica prevede un’introduzione sulla figura di Peggy Guggenheim, sulla sua “casa”, i suoi adorati cagnolini, una visita alle opere a cui è dedicato il tema del laboratorio della giornata e un’attività manuale, attraverso la quale anche i piccoli visitatori potranno comporre la loro opera. Il programma didattico è altamente qualificato e straordinario, frutto di un impegno costante della Fondazione sui temi dell’educazione artistica, avanguardistico possiamo dire, nello stile Peggy Guggenheim. Il programma del KIDS DAY nella pagina EVENTI.
Info: tel. +39 041 2405444 – www.guggenheim-venice.it/education/kids_day.html

TURISMO PER FAMIGLIE E BAMBINI A FIRENZE

Firenze offre il Family Tour: un kit e una app per smartphone e tablet per scoprire in autonomia le bellezze del centro storico. Il progetto, che vuole essere un nuovo modo di viaggiare per famiglie con bambini, prevede i Kit, degli “zaini da esploratori” che in dieci tappe aiutano ad attraversare il centro cittadino invitando genitori e bambini a osservare e immaginare, e le App, itinerari digitali interattivi concepiti intorno a un tema, un periodo o un personaggio specifico, per proporre percorsi alternativi a quelli più conosciuti. I kit possono essere noleggiati gratuitamente presso l’infopoint di Palazzo Vecchio e l’Istituto degli Innocenti; la app può essere scaricata dagli store digitali. Da fine maggio Family Tour è arrivato anche a Fiesole e permette ai turisti e agli interessati di scoprirne in autonomia la storia e la bellezza. Per informazioni: www.familytour.it

Visite guidate

Mamma Cult Firenze: è un programma di visite guidate pensate e organizzate per bambini, mamme (e neomamme), papà, nonni e amici. Percorsi culturali family friendly in cui i genitori sono protagonisti e le necessità dei bambini sono al centro dell’attenzione. Per informazioni e prenotazioni: www.mammacult.com

Nelle biblioteche…

Un sabato di ogni mese la Biblioteca delle Oblate ospita “Le letture di Sara”, un ciclo di letture animate per divertirsi anche in mezzo ai libri. E durante la settimana tante altre iniziative per avvicinare bambini e ragazzi alla lettura e ai libri. Per informazioni: tel. +39 055 2626512, www.biblioteche.comune.fi.it/biblioteca_delle_oblate/

Per informazioni su questa e le altre iniziative nelle biblioteche di Firenze: www.biblioteche.comune.fi.it

PARCO GIOCHI PER BIMBI DA 0 A 6 ANNI PRIMO SPORT 0246 A VIALE TIZIANO-ROMA

Se siete alla ricerca di qualcosa da fare con i bambini, anche piccini, possibilmente gratuita, oggi segnalimao il parco giochi Primo Sport 0246, il parco didattico studiato per lo sviluppo senso-motorio della prima infanzia, che è stato inaugurato il 22 luglio 2013 in Viale Tiziano, di fronte al Palazzetto dello Sport.

Una opportunità di svago per i bambini che potranno usufruire di un’area di circa 1800 metri quadrati con 20 giochi, disposti a formare dei percorsi motori per sviluppare le prime capacità del bambino, manualità, mobilità, equilibrio e gioco simbolico.

Un’area didattico-sportiva, con accesso gratuito, sempre aperta, anche di sera, studiata dallo staff di Università di Verona, coordinato dal Prof. Guido Fumagalli e la Prof. Patrizia Tortella, in collaborazione con il CONI, primo sostenitore del progetto assieme a Verde Sport, società operativa del gruppo Benetton in ambito sportivo da cui è nata l’idea di costituire Laboratorio 0246.

L’ALVEARE A CENTOCELLE-ROMA

Segnaliamo a Centocelle, in via Fontechiari 35, “L’Alveare”, un ambiente di circa 200 mq per il lavoro in condivisione che mira a migliorare la qualità della vita di neo-mamme e neo-papà, fornendo loro un servizio che permetta di continuare a lavorare subito dopo la nascita dei figli grazie alla presenza attigua all’ambiente di lavoro di un’area specifica, adeguata alla cura di bambine e bambini piccoli.

Inoltre, proprio per rispondere all’esigenza di un luogo di scambio di competenze e incubazione di idee, lo spazio messo a disposizione da Roma Capitale è aperto a tutti i lavoratori e lavoratrici che condividano lo spirito del coworking, anche senza figli o con figli grandi.

Nel dettaglio: l’area comprende uno spazio baby di oltre 50 metri quadrati dotato di servizi autonomi ed idoneo ad accogliere – a partire dai 3/4 mesi di età – dodici bambini contemporaneamente, uno spazio coworking con 20 postazioni, 2 uffici (4/8 postazioni), una sala riunioni, una china, uno spazio allattamento, servizi, giardino.

Le tariffe del coworking sono orientate all’accessibilità: partono da circa 2,80 euro l’ora e prevedono un’agevolazione per chi usufruisce di più servizi contemporaneamente e per un tempo prolungato. Le aziende avranno la possibilità di convenzionarsi con il coworking per il telelavoro e per il periodo di rientro dalla maternità delle lavoratrici dipendenti (soluzione pensata per tutte le aziende sprovviste di nido).

Lo spazio sarà poi sfruttato per l’organizzazione di corsi di formazione professionale, di orientamento al lavoro, di progettazione europea e di lingue, in collaborazione con enti formatori, cooperative sociali, istituti di lingue per stimolare la creazione di sinergie e l’adozione di buone pratiche di cooperazione fra le diverse professionalità.

All’interno de “L’Alveare” è prevista infine la condivisione di attrezzatura da ufficio (pc, stampanti, proiettori, programmi, ecc.) e l’avvio di servizi quali spesa a domicilio, gruppi di acquisto, disbrigo pratiche.

“L’Alveare” è il frutto del progetto realizzato dall’associazione “Città delle Mamme” in collaborazione con l’assessorato allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione urbana di Roma Capitale. Questa particolare idea di coworking, che gode anche del patrocinio dell’assessorato alla Scuola, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale e del V Municipio, ha suscitato l’interesse dell’Amministrazione dopo la partecipazione di “Città delle Mamme” al bando “Call for social Ideas”, promosso da Italia Camp e UniCredit.

fonte: sito Roma Capitale